Parodontologia

Parodontologia

MALATTIA PARODONTALE

Per malattie parodontale si intendono quelle patologie che interessano i tessuti di supporto dei denti – osso, legamento e gengive – che col tempo possono portare alla perdita di denti strutturalmente sani.

Gengivite: infiammazione gengivale che si manifesta con arrossamento, gonfiore e sanguinamento.

Parodontite (conosciuta anche come piorrea): infiammazione delle gengive e del tessuto di attacco del dente, che si estende in profondità. Si manifesta con i segni della gengivite che possono essere accompagnati da retrazione gengivale, spostamento e mobilità dei denti, alitosi. Solo quando la malattia è in fase molto avanzata possono manifestarsi anche ascessi e dolore.

PARODONTITE – CASO 1


PARODONTITE – CASO 2


Le malattie parodontali sono una patologia molto diffusa, tali che più di metà della popolazione verso i 30 anni ne presenta i sintomi, e quasi la totalità della popolazione oltre i 60 anni.

Le CAUSE delle malattie parodontali sono:
- l’accumulo della placca batterica e del tartaro
- la predisposizione genetica

Funzionano da concause, accelerando il decorso della malattia:                                                                                                        - otturazioni e protesi non precise, poiché causano ristagno di placca batterica
- fumo
- diabete

La TERAPIA parodontale consta di una fase iniziale in cui andranno rimosse le cause della patologia (accumulo di placca batterica e tartaro) istruendo il paziente a migliorare le manovre di igiene orale domiciliare ed eseguendo sedute di igiene professionale in studio.

RECESSIONE GENGIVALE

Retrazione del margine gengivale con esposizione della radice dei denti, dovuta solitamente a trauma da spazzolamento.
La TERAPIA consiste nella possibilità di coprire chirurgicamente le radici, dopo l’adozione di una tecnica di spazzolamento corretta.

CASO 1


CASO 2